PIAZZI Giuseppe (1746-1826)

-

DELLA SPECOLA ASTRONOMICA DE' REGJ STUDI DI PALERMO LIBRI QUATTRO DI GIUSEPPE PIAZZI C.R. REGIO PROFESSORE D'ASTRONOMIA, SOCIO DELLA REALE ACCADEMIA DELLE SCIENZE DI NAPOLI, CORRISPONDENTE DI QUELLE DI TORINO, PIETROBURGO ECC. Unito a: DELLA SPECOLA ASTRONOMICA DE' REGJ STUDJ DI PALERMO LIBRO  QUINTO

Specifiche

  • Autore:

    PIAZZI Giuseppe (1746-1826)

  • Titolo:

    DELLA SPECOLA ASTRONOMICA DE' REGJ STUDI DI PALERMO LIBRI QUATTRO DI GIUSEPPE PIAZZI C.R. REGIO PROFESSORE D'ASTRONOMIA, SOCIO DELLA REALE ACCADEMIA DELLE SCIENZE DI NAPOLI, CORRISPONDENTE DI QUELLE DI TORINO, PIETROBURGO ECC. Unito a: DELLA SPECOLA ASTRONOMICA DE' REGJ STUDJ DI PALERMO LIBRO  QUINTO

  • Luogo: IN PALERMO
  • Editore: DALLA REALE STAMPERIA
  • Data: 1792-1794
  • Formato: 2 tomi in un volume In-folio (mm 340x230)
  • Cfr. Bibliografico: Cfr. Sotheran I, 3613.

Prezzo: € 2.200,00



Descrizione prodotto

Legatura coeva in mezza pelle e carta spugnata di colore beige; al dorso, fregi orizzontali in oro e doppio tassello in pelle rossa, in uno il nome dell'autore, nell'altro ritaglio in luogo della probabile data. 1 carta bianca con, al recto, nota di dedica manoscritta "pour le citoyen Lalande Astronome a Paris"; al verso, nota manoscritta probabilmente dall'autore e un foglietto incollato, contenente annotazioni manoscritte sull'opera. I Tomo: XXXII pagine numerate, compreso il frontespizio con titolo e firma di possesso "Rusponi", mancante delle carte  da III a VIII; 240 pagine numerate; IV tavole numerate, incise fuori testo e più volte ripiegate, raffiguranti strumenti astronomici. II Tomo: 1 carta bianca con, al recto dedica manoscritta dell'autore "Al Sig. De La Lande l'autore in attestato di vicinanza e d'amicizia"; VIII pagine numerate, compreso il frontespizio; 232 pagine numerate.   Prima rara edizione di una copia di dedica al celeberrimo astronomo francese Joseph Jérôme Lefrançois de Lalande (1732-1807), un approfondito resoconto sull'Osservatorio di Palermo fondato su una serie di osservazioni. Inoltre, l'autore descrive una serie di strumenti astronomici, il più rilevante dei quali è un telescopio denominato " cerchio verticale di Ramsden", bene illustrato nelle tavole al fondo del primo tomo. Cfr. King, History of the telescope, pp 166-8, with the circle illustrated "Another large theodolite-type instrument was the 5-foot vertical circle which Ramsden made for Piazzi's new observatory at Palermo. Both Ramsden and Piazzi worked at this instrument, twice abandoned before its completion in August, 1789.The horizontal circle gave readings in azimuth read by a micrometer microscope, and the vertical, readings in altitude by two diametrically opposed microscopes. The divisions on the circles were illuminated by an inclined silver mirror fixed to each microscope, and the wires in the telescope eyepiece by transmitting light from a small instrument through the hollow tube-axis - two Ramsden innovations. This instrument, the finest complete circle hitherto made, formed the basis of Piazzi's astronomical work. With it, he catalogued nearly 8000 stars, compiled a valuable table of refractions, and attempted to measure the parallax of several bright stars. The great labour involved in the catalogue is the more remarkable when we consider that each star was observed several times before its position was decided". Piazzi fu incoraggiato dal vicerè di Sicilia ad istitutire l'osservatorio astronomico a Palermo e a tale scopo, Piazzi si recò in Inghilterra per procurarsi i migliori strumenti reperibili al tempo. In Inghilterra, Piazzi incontra Maskelyne, William Herschel e Ramsden. L'acquisto più rilevante che fece in quel luogo fu certamente il grande telescopio detto "cerchio verticale", ideato da Ramsden, lungo circa un metro e mezzo, un capolavoro tecnologico per il tempo. Questo srumento fu istallato nella torre del nuovo osservatorio palermitano, la torre di Santa Ninfa, dove è custodito tutt’ora.  Cfr. DSB "Having returned to Palermo, Piazzi took up the problem of the precise determination of the astronomical coordinates (direct ascension and declination) of the principal stars. Palermo was then the southernmost European observatory, and the favorable climatic conditions that it provided allowed him to study more stars than had been previously catalogued, with a greater degree of accuracy". Esemplare in buono stato conservativo, segnalata mancanza delle prime carte di prefazione al primo volume; tracce di usura alla legatura con fenditura di qualche centimetro alla parte superiore della cerniera anteriore; interno fresco; lieve ingiallimento alla III tavola 

PERIZIA ONLINE

Hai un libro antico oppure un'opera d'arte e vuoi conoscerne il valore?

News

2019 NEW YORK ANTIQUARIAN BOOK FAIR

La Libreria Antiquaria Il Cartiglio è lieta di annunciare la sua partecipazione...

07 Marzo 2019

AMSTERDAM INTERNATIONAL ANTIQUARIAN BOOK FAIR -...

Il Cartiglio is pleased to announce its participation at the Amsterdam...

06 Ottobre 2018

© 2018 - Libreria Antiquaria Il Cartiglio di Roberto Cena & C. S.n.c. - P.IVA 10201200010 | Credits

Ricerca per prezzo

Ricerca per categoria